Utilizzando il nostro sito accetti l'uso dei cookie.

CATALOGO

REALIZZAZIONI

DICONO DI NOI

T60

Il suono per propagarsi ha bisogno di un mezzo; il più usuale è l'aria (nel vuoto il suono non si propaga), in cui si propaga ad una velocità di 343 m/s.

Ma quando le onde sonore incontrano un ostacolo si scompongono in tre elementi:

Quando siamo in un ambiente non delimitato da barriere il suono prodotto, ad esempio quello di un oratore, raggiunge gli uditori in modo diretto, senza che vi siano riflessioni.

 

Quando, invece, ci troviamo in un ambiente chiuso, un'onda che investe una parete produce riflessioni che spesso disturbano l'intelligibilità del suono.

1_ONDE ACUSTICHE DIRETTE

2_ONDE ACUSTICHE RIFLESSE

 

Queste riflessioni acustiche sulle superfici creano il cosiddetto fenomeno dell'eco. Tecnicamente il fenomeno dell'eco viene definito riverberazione acustica.Non tutte le riflessioni acustiche sono dannose, infatti ogni ambiente chiuso ha dei valori ottimali di riverbero in funzione del suo utilizzo e dei suoi metri cubi.

L’unità di misura del riverbero è il T60 - tempo di riverberazione convenzionale Il T60 esprime il tempo in secondi richiesto per ottenere un decadimento di 60 dB di un suono interrotto bruscamente.

 

Il tempo di riverberazione è il parametro che caratterizza in maniera inequivocabile l’acustica di un luogo chiuso e fornisce le indicazioni per la redazione di un progetto di miglioramento dell’acustica.

1) Tempo di riverberazione ottimale per: sale concerto

2) Tempo di riverberazione ottimale per: chiese

3) Tempo di riverberazione ottimale per: ambienti scolastici

4) Tempo di riverberazione ottimale per: teatri

5) Tempo di riverberazione ottimale per: sale polifunzionali

6) Tempo di riverberazione ottimale per: studi televisivi

 

L'orecchio umano può udire i suoni nell'intervallo dai 20 Hz ai 20000 Hz. Questo limite superiore tende ad abbassarsi con l'avanzare degli anni: molti adulti non sono in grado di udire frequenze oltre i 16000 Hz. Più la frequenza di un suono è elevata e più il suono ci sembrerà acuto, mentre più è bassa la frequenza di un suono e più il suono ci apparirà grave. L’80 % della voce umana, nel parlato ha le frequenze è al di sotto dei 500 Hz.

(La frequenza fondamentale è di 100-125 Hz per la voce maschile, di 200-250 Hz per la voce femminile, di 400-450 Hz per la voce infantile).

Per avere una migliore comprensione dei valori delle frequenze di un suono vediamo la tabella sottostante.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

PRINCIPI
FONDAMENTALI
DI ACUSTICA

CHI SIAMO

HOMEPAGE
elenco pannelli
La nostra storia
EVENTI
DICONO DI NOI

REPARTI PRODUTTIVI

Falegnameria
Tappezzeria
Taglio e cucito

DOVE SIAMO

Sedi e showroom
Orari

CONTATTI

Azienda
Ufficio tecnico
Richiesta informazioni
Sede legale: Via Antonelli 44, 10093 Collegno (To) Sede direttiva: Via Antonelli 44, 10093 Collegno (To) - Tel. +39 0114030385 P.IVA: 05316120012 Copyright 2013 - Tutti i diritti riservati